Informadisabile
20 Aprile 2018 Samsung PizzAut, ragazzi autistici lavorano in pizzeria con la app

Samsung PizzAut, ragazzi autistici lavorano in pizzeria con la app

Un’applicazione per consentire ai ragazzi affetti da autismo di poter lavorare in pizzeria e raccogliere le ordinazioni in modo più rapido e agevole: si chiama PizzAut la app nata dalla collaborazione tra Samsung e l’associazione fondata nel 2017 con l’obiettivo di aprire la prima pizzeria in cui lavorino persone con autismo con il sostegno di terapeuti e professionisti della ristorazione.

Il progetto, ideato da Nico Acampora, papà di un bambino autistico e condiviso da un gruppo di genitori con ragazzi con autismo, residenti tra le province di Monza e Brianza e Milano, punta ad avviare uno spazio di inclusione sociale gestito dagli stessi ragazzi affetti da questo disturbo. Per realizzare questo progetto, sul sito www.pizzaut.it è stata attivata una raccolta di donazioni che ha raggiunto più di 50 mila euro.

Grazie a questa applicazione, basata su immagini, i professionisti di PizzAut cioè camerieri, pizzaioli, personale di sala con autismo, che potrebbero avere difficoltà a esprimersi sia oralmente che per iscritto, sono in grado di registrare le ordinazioni e comunicarle in cucina. Il progetto PizzaAut e l’applicazione sviluppata da Samsung permettono alle persone con autismo di accedere a una professione in cui contatto e l’interazione con il pubblico è un elemento chiave, grazie a un tablet.

Tratto da www.askanews.it