Informadisabile
25 Gennaio 2018 Alyx, un robot che insegna alle persone autistiche a riconoscere i segnali sociali

Alyx, un robot che insegna alle persone autistiche a riconoscere i segnali sociali

Gli adulti affetti da autismo hanno spesso difficoltà a leggere segnali emotivi che altre persone possono dare per scontati e insegnare loro come riconoscere questi segnali può essere una vera sfida, ancor di più in un luogo di lavoro. I ricercatori della Heriot-Watt University in Scozia hanno lavorato a Alyx, un robot che aiuta gli adulti con autismo, a gestire i segnali sociali nelle situazioni lavorative.


Alyx non ha una forma “umana” perché i volti umani generano molti piccoli segnali estranei, che le persone con autismo, possono trovare difficili da capire. Invece la faccia robotica lo rende un insegnante ideale di spunti sociali.

Alyx è in grado di dire se un utente esegue un compito di segreteria in modo corretto oppure no, rispondendo con un segno di approvazione o disapprovazione. Questo è il principale ostacolo che gli adulti con autismo hanno bisogno di superare: sapere se stanno facendo un buon lavoro o no.

Alyx è dotato anche di una una telecamera montata nella testa che fornisce dei feedback ai terapeuti: in questo modo è possibile aiutare il robot a capire in che stato emotivo sia la persona, facendolo così rispondere in modo socialmente appropriato.